Si chiama “General Data Protection Regulation” (GDPR), ed è la normativa europea per via della quale tutti i minori di sedici anni dovranno chiedere il consenso ad un genitore  per poter continuare ad utilizzare l’applicazione di instant messaging più famosa al mondo, WhatsApp.

Questo è tutto ciò che i nostri organi di informazione, il nostro riferimento è al TG5, hanno riportato in materia di GDPR. Argomento ben più ampio e spinoso, con il quale hanno a che fare buona parte degli apparati di business.

Di questo però parleremo è più avanti, per ora occupiamoci degli impatti che il GDPR avrà nell’ambioto domestico.

In effetti, quanto riportato dalla stampa, sono proprio parte dei termini di servizio con i quali WhatsApp adempirà alla nuova normativa europea in tema di tutela dei dati di persone fisiche e la ridefinizione dei protocolli di trasferimento degli stessi, al di fuori dai confini europei.

In realtà il GDPR è in vigore già dallo scorso 25 maggio e a doversi adeguare al nuovo regolamento. non sarà solo whatsApp ma chiunque abbia in custodia dati di terzi, per i quali deve possedere un consenso al trattamento, rivisitato dalla nuova normativa.

Particolare attenzione viene finalmente posta alla tutela dei giovanissimi, Facebook Messenger, ad esempio,  ha aumentato l’età minima di accesso al sistema di messaggistica, ridefinendola da 13 a 16 anni. Parliamo di un sistema di messaggistica  dove è possibile contattare chiunque senza accordi prerequisiti, come ad esempio un semplice scambio di numeri telefonici, cosi come avviene per  WhatsApp, (quasi 2 miliardi di utenti) anch’essa di proprietà di Mark Zuckerberg.

Tuttavia l’uso di questi sistemi sarà possibile, per i più giovani, a fronte del consenso di un genitore che, al momento, non è chiaro come potrà avvenire.
Consideriamo inoltre che WhatsApp funziona su smartphone, che devono essere muniti di SIM, e che per l’acquisto delle stesse è necessario essere maggiorenni. Pare che di consensi all’uso per i ragazzi non ne manchino.

Guida all applicazione del Regolamento UE 2016 679.pdf (3273 k)

Risorse consigliate sul GDPR

WikiPedia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *