Mer. Ott 21st, 2020
Davide Cassani
Condividi il contenuto

Due giorni fa il nostro mitico CT Davide Cassani ha pubblicato un post,
che riporto qui sotto, dove ha spiegato le ragioni per cui ha utilizzato una
bicicletta a pedalata assistita durante il sopralluogo del circuito della
gara su strada dei prossimi mondiali di Imola.

Ieri è stata una giornata importante perché ho accompagnato @vincenzonibali a scoprire il percorso mondiale. Ho letto alcune critiche sul fatto di avere usato una bici elettrica. Scusatemi ma il mio lavoro è fare il CT e come tale l’unica possibile che avevo di dialogare e spiegare nei minimi particolari il tracciato era usare una bicicletta a pedalata assistita. Ed era anche l’unica possibilità di fare il circuito perché la salita di Gallisterna era chiusa alle auto per asfaltatura. Se avessi usato una bici muscolare sapete quanti km avrei fatto con Vincenzo? Due. E se avessi usato una macchina non sarei potuto passare e non avrei avuto alcuna possibilità di parlare con Vincenzo. E cosa c’è di male ad usare una e-bike oltretutto per seguire un proprio corridore?

Premetto che a prima vista non mi ha sorpreso più di tanto, ci sta tutto,
usi l’e-bike, non vai in affanno, puoi parlare facilmente, etc.etc.etc…

Dopo poco più di un giorno, nonostante ci siano eventi ciclistici in corso che
oscurerebbero chiunque con argomenti ben più importanti, la terza notizia
per interesse risulta essere proprio “Cassani usa la bici elettrica”.

Ed è qui che esce, in tutta la sua grandezza, il Davide Cassani
comunicatore! Un influencer che Chiara Ferragni levati proprio! 😀

Mi sono chiesto, ed ho chiesto, “ma chi ha criticato Cassani?
senza trovare il minimo cenno di critica pubblica, fosse stata privata non
avrebbe avuto una risposta pubblica.

E ancora, ma Vincenzo Nibali la ricognizione del percorso del mondiale la
fa a 50Km/H ? O forse tiene una velocità moderata per stare a contatto
con il proprio CT ?

Che poi dobbiamo anche dire che Davide Cassani è un ex professionista, ed
è ancora in discreta forma, e da quello che si vede sul suo profilo strava,
che riporta meticolosamente tutte le uscite del nostro CT, non è che va pianissimo .

In realtà, sono convinto che il CT non ha affatto bisogno della pedalata assistita per una ricognizione preliminare.
Ma allora perché tutto questa baraonda di rilanci della notizia sul web,
sulla carta stampata e persino durante la diretta televisiva RAI del Tour de France?

La risposta è semplicissima, perché Davide Cassani, da grande
comunicatore quale è, ha cavalcato l’evento per promuovere l’uso delle
e-bike, ed in particolare della Pinarello Nytro 2020, indubbiamente un
gioiello di tecnologia e manifattura italiana.
Ma Davide, potevi dirlo direttamente, senza sminuirti così 😉
A chi non piace il made in Italy?

Vinci il mondiale per noi!




Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi