Van Der Breggen
Condividi il contenuto

Imola ore 12:35, partono le ragazze mondiali per raggiungere il Km zero.
Davanti a loro 144 km fra Imola e Riolo Terme spolverati da forte vento,
una maglia iridata ed il titolo di campionessa del mondo ad attendere la
prima atleta che metterà la ruota sulla riga bianca del traguardo
dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.Non succede molto sino a
meno cinquanta km dall’arrivo, solo qualche fuga mai diventata davvero
tale.
Poi si scatena la nazionale olandese, fra loro ben quattro campionesse
del mondo.
Da fuoco alle polveri Annemiek Van Vleuten ed il gruppo si frantuma in
mille pezzi.

La sua è solo l’azione che fa da preludio allo scatto di Anna Van Der
Breggen che su Cima Gallisterna saluta la compagnia e se ne va da sola.
A 20km dal traguardo con 1’30” di vantaggio.La reazione per ricucire sulla
Van der Breggen è tutta sulle spalle delle ragazze italiane.

Elisa Longo Borghini , Katia Ragusa e Marta Cavalli stanno dando tutto,
ma quella davanti è la Van Der Breggen, e sulla salita di Mazzolano la
campionessa olandese transita a meno 14km con 2′:19″ .

Il discorso medaglia d’oro sembra chiuso.

Ultima volta sul Galisterna ed Elisa Longo Borghini lascia il gruppo e fa da
sola, il vantaggio della Van Der Breggen scende ad 1′:40″, ma restano solo
8 km all’arrivo.

Solo 2 km all’interno dell’autodromo di Imola e per Anne van Der Breggen
è la seconda maglia iridata.

Elisa Longo Borghini e Annemiek Van Vleutenl lottano per l’argento e
in volata ha la meglio l’olandese, più sperta in volata!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi