Julian Alapilippe Campione del mondo
Condividi il contenuto

Esattamente 52 anni fa, Vittorio Adorni diventava campione del mondo
proprio ad Imola, era il 1968 e speriamo possa questo essere di buon
auspicio per i nostri azzurri nella gara élite in linea di oggi!

Protagonisti della fuga ripresa intorno ai meno 50 sono Castillo (Messico), Traeen (Norvegia), Friedrich (Austria), Koch (Germania), Fomynkh (Kazakistan), Arashiro (Giappone), Grosu (Romania).

I Francesi alzano il ritmo e la gara prende forma. Al terzultimo passaggio nell’autodromo Tadej Pogacar ha un problema tecnico al cambio ed è costretto al cambio bici.
Sforzo incredibile dello sloveno per rientrare, risale poi il gruppo e sulla salita del Galisterna attacca per scollinare con 11″ di vantaggio!

Dietro l’andatura è alta, davanti tutta la squadra belga fa l’andatura, obbiettivo non consentire a Pogacar di aumentare il vantaggio.

Annullare subito la fuga di Pogacar significherebbe dare spazio ad ulteriori tentativi di fuga. Per questo il Belgio e tutto il resto del gruppo, circa 40 unità, preferisce controllare l’attacco dello sloveno.

35km all’arrivo e l’attacco del vincitore de tour de France sembra essere la prova generale di una possibile azione decisiva all’ultimo passaggio su Galisterna, magari quello del compagno di squadra Primoz Roglic.

Nel gruppo inseguitore sono presenti 5 italiani, Damiano Caruso, Alberto Bettiol, Diego Ulissi , Vincenzo Nibali e Fausto Masnada

Il gruppo passa sul traguardo dell’autodromo di Imola e lo fa con ben 25″ di ritardo rispetto a Tadej Pogacar. La questione si complica per chi, nel gruppo volesse vincere. Il momento per chiudere sul giovane sloveno è adesso, ancora 5 km è sarebbe tardi!

Il gruppo recupera secondi su Pogacar, il primo a raggiungerlo è Tom Dumoulin e poco dopo il gruppo è compatto.

E le operazioni passano in mano agli azzurri, prova Damiano Caruso seguito ad Vincenzo Nibali.

Pogacar è in fondo al gruppo di testa, mentre Mikel Landa, Rigoberto Uran e Richard Carapaz, insieme allo squalo si avvantaggiano di una cinquantina di metri.

Anche Marc Hirschi è della compagnia, ma la trama del finale è in mano agli azzurri, ora parte Fausto Masnada.

Julian Alaphillippe e Greg Van Avermat controllano, anche lor fanno parte del gruppo di testa che a 17km dal traguardo si appresta all’ultima salita di Gallisterna.

I migliori corridori del mondo sono tutti davanti, scatta Julian Alahilippe subito dopo una stoccata di Michael Kiatkowski, e ne fa le spese subito Vincenzo Nibali, che perde qualche metro.

Il francese guadagna 13″ su Fulgsang, Roglic, Kiatkowski, Van Aert e Hirschi e mancano poco meno di 5km .

Ormai è nell’autodromo ed è imprendibile. Capolavoro di Julian Alaphilippe, è lui il nuovo campione del mondo.

Bella la prova degli azzurri, Damiano Caruso migliore degli italiani, decimo!
Deluso, nonostante il secondo posto, Wout Van Aert, non credo si aspettasse che gli avversari lo accompagnassero ai 300mt per poi vederlo vincere in volata.
Bravo Marc Hirschi, conferma di essere quello che ci era sembrato al Tour.
Tadej Pogacar ha provato, questa volta ha sbagliato il momento, che poi è lo stesso che poi scelto Alaphippe…un giro dopo !

Classifica Mondiale 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi