Condividi il contenuto

Quella che doveva essere una tranquilla tappa inaugurale del Tour De France 2020, si è trasformata in un’ecatombe ciclistica a cui raramente è capitato di assistere.
Complice il maltempo e, diciamolo, le condizioni delle strade intorno a Nizza !
In italia il passaggio del Giro è un’occasione per ricostruire il fondo stradale, per i corridori e per chi quelle strade le percorre poi successivamente.

Sono 88 i corridori caduti, alcuni di loro hanno misurato l’asfalto più di una volta. Per lo più abrasioni e contusioni.
Incredibile l’incidente di Domenico Pozzovivo, caduto per la di sfrontatezza di uno spettatore intento a farsi un selfie ! La caduta dell’italiano ha poi scatenato la caduta di almeno altri 20 corridori che procedevano a velocità elevata.

Questa mattina al foglio firma non si sono presentati Philippe Gilbert, John Dagenkolb, entrambi della Lotto-Saudal e Rafael Valls e della Bahrain-McLaren.
Alla partenza invece Thibaut Pinot, uno dei favoriti per la vittoria finale che sembra però perseguitato dalla sfortuna.

Le pagelle

Alexander Kristoff (UAE Emirates Team)
Quando l’esperienza fa la differenza! Corre con attenzione e rischiando pochissimo. Nel finale,quando la strada torna piatta, si muove con intelligenza. Parte ai 250m e non c’è ne per nessuno !
Voto : 9

Giacomo Nizzolo (NTT)
Termina settimo, ma, se non fosse stato chiuso dall’incolpevole vincitore, staremmo raccontando un’altra storia. Risaliva a doppia velocità rispetto al terzetto del podio. La frenata gli è costata almeno 4 posizioni.
Condizione invidiabile, è il nostro velocista di riferimento!
Voto : 8,5

Elia Viviani (Cofidis)
Chiude davanti a Nizzolo ma non è ma stato in corsa per il podio.Era un’occasione ghiotta per uno sprinter del suo calibro. Poco preciso nella scelta della ruota giusta.
Voto : 6,5

Peter Sagan (Bora Hansgrohe)
Corsa anonima anche per il fuoriclasse della Bora, anche lui, come Viviani, non ha dato la sensazione di poter essere da podio.
Magistrale nella guida del mezzo, ha evitato cadute dove altri sarebbero franati a terra.
Voto :6.5

Mad Pedersen (Trek Segafredo)
Fa tutto bene, ma Kristoff è più veloce! Bravo!
Voto :8

Sam Bennet (Deceuninck Quik Step)
Funestato da cadute, anche lui, riesce comunque ad essere protagonista dello sprint, fa quarto, che in quelle condizioni è una vittoria.
Voto : 7,5

Vediamo cosa succede oggi….

TDF 2020 Tappa 2


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi