PogacarTDF
Condividi il contenuto

36,2 km da Lure a La Planche des Belles Filles, la crono scalata che emetterrà il verdetto finale sul Tour de France 2020, Covid Edition!
Ultimi 6km di salita con 8,5 % di pendenza media, ma con un ultimo chilometro infernale,
Molti dei corridori cambieranno la bicicletta proprio all’inizio dell’ascesa finale, e le differenti strategie potrebbero incidere sul tempo finale.

La lotta è fra il Tadej Pogacar (UAE), campione nazionale sloveno della prova a cronometro, e Primoz Roglic (Jumbo Visa), ex saltatore con gli sci dal trampolino, che partirà con 57″ di vantaggio sul più giovane avversario, che ne ha persi ben 44″ solo per non essere riuscito ad entrare in ventaglio, quando la corsa ha transitato sul mare.

Primoz dovrà risalire il trampolino più velocemente di quanto non lo abbia mai disceso, questa è la condizione per conservare la maglia gialla e vincere, finalmente, la Grand Boucle.

Per buona parte della gara resta al comando Remi Cavagna  (Deceuninck-Quick Step) con un tempo di 57’54”, questo è il riferimento per chi vuole conquistare la tappa.

Sul percorso Damiano Caruso in lotta con il murciano Aleandro Valverde per la decima posizione in classifica e le notizie che arrivano sono a favore del nostro Damiano.

Sfilano uno dopo l’altro sino alla partenza della maglia gialla, sono partiti i migliori, ovvero Mikel Landa (Bahrain-McLaren) seguito da Richie Porte (Trek-Segafredo), Miguel Angel Lopez (Astana), e fintamente la la maglia bianca Tadej Pogacar (UAE Emirates) ed infine il leader, Primoz Roglic (Jumbo-Visma).

La maglia gialla salta fuori dalla pedana come fosse il cancelletto di una gara di sci. La frequenza di pedalata è molto alta, come nelle abitudini del campione sloveno.
Ora bisogna solo attendere.

Tadej Pogacar all’intermedio passa con 16″ di ritardo su Remi Cavagna ad oltrer 50km/h di media.
Intanto Wout Van Aert minaccia seriamente la leadership di Cavagna, il campione belga è in vantaggio di 20″, arriva infatti al traguardo ed è leader provvisorio. Van Aert è uno degli atleti che ha scelto di cambiare la bicicletta da crono con quella da salita, seguito poi da Richie Porte.

Roglic intanto paga una decina di secondi a Pogacar al primo intermedio. Al secondo ben 28″, la maglia gialla torna in bilico.
Tadej Pogacar sa che deve dare tutto, non ha nulla da perdere, lo sloveno arriva al cambio bici.

Alla linea d’arrivo si attende Tom Dumoulin che potrebbe strappare la prima posizione a Wout Van Aert, prima di lui arriva un grandissimo Damiano Caruso che per il momento è terzo !

Arriva Dumoulin e strappa la prima piazza a Van Aert !Intanto arriva anche Primoz Roglic al cambio bici e con qualche difficoltà riesce a ripartire.

A 4km dal traguardo Pogacar ha mangiato tutto il vantaggio a Roglic ed è maglia gialla virtuale.
Solo l’ultimo metro dirà chi ha vinto.

Sorprese in continuo, anche Richie Porte sfodera un gran prestazione e si piazza subito dietro Dumoulin.

Ma la sorpresa più grande è che il vincitore del tour de France è Tadej Pogacar, vince la tappa con oltre un minuto davanti a Dumoulin, e si prende la maglia gialla!

Il giovane sloveno ha fatto l’impresa della vita ed è il più giovane vincitore del Tour de France!

Domani atto conclusivo sui campi elisi parigini !

Ecco la classifica !

Classifica Generale Tour 2020
Classifica generale dopo la 20 frazione


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi