Eddy Merckx
Condividi il contenuto

Cala il sipario sul Tour de France 2020, e cala anche inesorabile la lama del punto di vista del più grande di tutti i tempi, al secolo Eddy Mercks.
Ciò che emerge, in estrema sintesi, è del tutto in contrasto con chiunque abbia asserito (noi fra quelli, ndr) che la Jumbo Visma abbia corso come una corazzata inattaccabile, e priva di responsabilità sulla debacle di Primoz Roglic nell’ultima tappa a cronometro.

Il cannibale, senza mezzi termini, spiega che la Jumbo non è affatto lo squadrone che tutti hanno esaltato durante il Tour, e verosimilmente, ha ben poco in comune con la Sky dei tempi d’oro.

L’occhio esperto di un uomo come Eddy Mercks, parla di una Jumbo Visma che ha sostanzialmente accompagnato a Parigi, non solo Primoz Roglic, ma anche il su rivale sportivo Tadej Pogacar!

Al l’Equipe ha detto : «Durante l’intero Tour hanno tirato a tutta, tenendo sotto controllo qualsiasi cosa si muovesse in testa al gruppo. Si sono soltanto dimenticati di un giovanotto di 21 anni con 57″ di ritardo. Un errore che è costato la vittoria del tour de France a Roglic ed a tutta la squadra».

Secondo il campione belga, controllare Pogacar è stato un errore gigantesco, sarebbe stato necessario mettere la massima pressione al giovane sloveno, cercando di sfiancarlo ed arrivare al giorno della cronometro con un vantaggio rassicurante e maglia gialla in cassaforte.

Sempre dalle colonne dell’Equipe, Eddy Mercks parla di una straordinaria lezione di ciclismo e definisce l’attegiamento della Jumbo-Visma , bestiale !

Che dire? Ubi major minor cessat ! Occhio quando andante in bici, il profeta vi osserva!


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi