Mar. Set 22nd, 2020
Miguel Angel Lopez
Condividi il contenuto

Da Grenoble a Méribel,l 170Km e due grandi salite.

Si sale prima per 17km sul Col de Madeleine e alla fine della tappa, sotto il caldo terribile di oggi, 21,5Km sul Col de la Loze per arrivare a Méribel. Prima tappa dove si arriverà sopra i 2000mt. di quota.

Potrebbe essere il giorjno in cui Tadej Pogacar prova a portare l’attacco della vita alla maglia gialla Primoz Roglic, o potrebbe anche essere che il leader della classifica generale chiuda definitivamente il discorso Tour de France.

Non è partito questa mattina il campione uscente Egan Bernal (Ineos Grenadier) , il ritiro era del resto nell’aria, e con lui è rimasto in albergo Mikel Nieve (Michelton Scott).

1 GPM – Col de la Madeleine

Ad 1km dalla vetta del Col de al Madeleine sono in fuga con circa 1’ di vantaggio, Juilien Alaphilippe, Dan Martin, Gorka Izaguirre e Carapaz.

Giù in discesa ed il vantaggio si dilata rapidamente sino ad 1’50”, non sono piu in quattro, Dan Martin si stacca dalla testa della corsa.

E a proposito di corridori che perdono le ruote dei primi, anche oggi il ritardo di  Nairo Quintana conta circa 120”.

Alaphilippe, comunque vada è stato un protagonista di questa Grand Boucle, è sempre stato sotto i riflettori senza risparmiarsi, benché male non gli farebbe visto che fra otto giorno dovrà  correre un mondiale da favorito!

Tutto che succede durante la discesa, a parte il vantaggio del terzetto all’attacco in aumento, è Dan Martin che si stacca sino a farsi riprendere da gruppo.

2 GPM – Col de la Loze

Questa potrebbe essere la chiave del per vincer il Tour de France, sarà opportuno alimentarsi e bere prima che inizino gli ultimi 5 km, dopo ci sarà giusto il tempo di respirare, pendenze che arriveranno a toccare il 24%.
Si arriverà a ridosso delle piste da sci di Meribél e proprio in quel tratto potrebbe succedere di tutto.

Persino il presidente Macron ha scelto di partecipare proprio all’arrivo di questa tappa.

Nel primo tratto della salita del colle alza bandiera bianca Julian Alaphilippe, ci mette il cuore ma sono le gambe fanno funzionare la bici.

Nel frattempo grande forcing della Bahrein McLaren con Pello Bilbao che al lavoro per Landa, sfianca la Jumbo e riprende i fuggitivi.
E’ chiaro che Mikel Landa punta alla vittoria di tappa, Izagirre e Carapaz sono ad una manciata di secondi.
Primoz Roglic ha ancora i suoi uomini mentre il giovane Tadej Pogacar è isolato ai piedi di Meribél.
La freccia all’arco di Roglic è un certo Wout Van Aert, è lui che sul muro farà la differenza? No, sotto la spinta degli uomini di Landa, anche wout si stacca.

Qui si vince il Tour de France

Richard Carapaz è solo al comando, ha aumentato il vantaggio a 40″ secondi, e presto sarà nel tratto più duro della storia di questo sport.
Le moto della staffetta iniziano a salire a fatica, e i due contendenti al successo finale si controlla a vicenda.

4km all’arrivo, nessuno può più nascondersi, o si vince o si salta!
Escono i capitani e Landa è il primo a staccarsi insieme a Rigoberto Uran.

Davanti adesso c’è MA Lopez e anche Ritchie Porte salta, sono rimasti in quattro e due sono Jumbo Visma.

Raggiunto Carapaz, parte Sepp Kuss seguito da MA Lopez e prova a partire Primoz Roglic che riprende Sepp Kuss in un Amen, Pogacar a perso una decina di metri , sembra anche infastidito dai tifosi sulla strada.

L’azione di Roglic è stata lucida, mandando Sepp con Lopez per fargli da testa di ponte. Pogacar , comunque è li a 5″. La maglia gialla ha una frequenza di pedalata incredibile.

Lopez va a vincere la tappa che vale un posto nella storia del ciclismo. La battaglia fra i leader la vince Primoz Roglic, guadagna 17 ” su Tadej Pogacar.
Quasi un minuto ora il ritardo del giovane Taddeo, e considerando che Roglic sembra correre con la calcolatrice e minimizzando i rischi, potrebbero essere più che sufficienti per arrivare a Parigi in Giallo.

Domani ancora montagne e sarà il terzo giorno di grande fatica, vediamo chi ha ancora benzina!


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi