Kwiatkowski_carapaz
Condividi il contenuto

Ultima giornata del terribile trittico alpino iniziato lo scorso martedì. Si arriverà a La Roche sur Foron partendo da Maribél in 175 Km e ben 5 GMP, 4500mt di dislivello totale.
Mancano poco più di 400km a Parigi e Primoz Roglic indossa ancora la maglia di colore giallo riservata al leader della corsa più seguita al mondo.

Allo scollinamento dell’ultima cima di oggi, Richard Carapaz sfila la maglia a pois a Tadaj Pogacar, è lui il leader degli scalatori.

Fra salite e sterrati i corridori hanno messo sulla strada tutto quello che potevano, in una tappa calda e faticosa e, sopratutto, provati dalla gran corsa di ieri,

Alzano bandiera bianca Adam Yates e Rigoberto Uran, oggi è il loro turno. I serbatoi si stanno svuotando e in pochi chilometri si possono perdere minuti.
Anche Ritchie Porte ,sfortunato sulla parte di sterrato, si attarda poco prima del finale, a causa di una foratura.

Davanti a tutti e con quasi 4 minuti di vantaggio, Michał Kwiatkowski e Richard Carapaz, entrambi corridori Ineos Grenadier, sono a 10 km dal traguardo, e sarà interessante vedere se decideranno di giocarsela o se hanno già stabilito chi vincerà.

Il gruppo maglia gialla che include anche Pogacar, segue a 3’40”, il resto del gruppo viaggia con una buona mezz’ora di ritardo.

La conclusione della tappa è davvero incredibile, Kwiatkowski e Carapaz decidono di tagliare il traguardo abbracciati e lasciare che il caso decida chi salirà sul primo gradino del podio.

Dopo chilometri di fuga due amici lo possono fare! Bravi!
Il messaggio che hanno trasmesso vale mille volte una vittoria.

Non cambia nulla, nemmeno oggi, in classifica generale. Tutto rimandato alla cronometro di sabato, 36 km con finale in salita. Dove a Primoz basterà lanciarsi a tutta in apnea verso il traguardo, poi sarà passerella sui campi elisi.

Roglic in Giallo, a 57″ Pogacar. Il tour de france è loro.





Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi