Gio. Set 24th, 2020
Alexei Lutsenko
Condividi il contenuto

Anche se la tappa di oggi concentrava tutta la propria essenza nell’ultimaparte, finalmente abbiamo assistito a qualche cosa che ricorda il Tour de France.

Tre salite negli ultimi 35 km, quella centrale è la più impegnativa ed è proprio li che questa corsa inizia a somigliare alla vera Grand Boucle.

Addirittura, e giuro di averlo visto, Fabio Aru è scattato quando mancavano 5 km alla vetta della penultima asperità.
Sono cose che fanno bene al corridore sardo, che deve ritrovare fiducia nei propri mezzi, per lui un bravò !

Prima di questa fase non è successo granché, ma i ragazzi in bicicletta si poi si sono riscattati.

2km al GPM Alexei Lutsenko conduce la sua fuga personale con più di 3 minuti di vantaggio, seguito da Jesus Herrada, a 34″, che inizia a raschiare il fondo del barile, tanto che persino la discesa appena imboccata, diventa un problema, ad 1,45″ il primo gruppetto inseguitore che ne frattempo ha riassorbito Fabio Aru e Roche, è guidato da Greg Van Avermat.

Sia Primoz Roglic che la Maglia Gialla Adam Yates sono a 3:30″ nel gruppone.

Lutsenko entra nell’ultimo chilometro e , salvo borraccie dell’ultimo minuto, vincerà la prima vera tappa di questo tour de France.

Sul traguardo del Mont Aigoual passa primo Lutsenko, seguito da Herrada e terzo Greg Van Avermat !

Domani Adam Yates partirà ancora in giallo, e la tappa sarà da velocisti!

.

classifica


Condividi il contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi